La Banca WIR rafforza il direttorio Comunicati

Pubblicazioni

La Banca WIR rafforza il direttorio


Come già annunciato lo scorso settembre, il 1° giugno 2019 ci sarà un cambiamento ai vertici della Banca WIR: Bruno Stiegeler subentrerà a Germann Wiggli alla presidenza del direttorio. Allo stesso tempo, il direttorio non sarà solo rinnovato, ma anche ampliato.

Basilea, 14 maggio 2019 | La scorsa estate, il consiglio di amministrazione della Banca WIR soc. cooperativa ha nominato Bruno Stiegeler nuovo presidente del direttorio (cfr. comunicato stampa del 10.9.2018). Il 54enne rileverà la direzione della banca da Germann Wiggli, che dal 2006 l’ha gestita con successo e costantemente modernizzata. Con questo cambiamento, pianificato già da tempo, la banca cooperativa punta sulla continuità e sulla stabilità. Dal 2013, in qualità di responsabile Assistenza alla clientela, Stiegeler è anche sostituto di Wiggli, il quale sarà a sua volta proposto per l’elezione nel consiglio di amministrazione in occasione della prossima assemblea generale del 27 maggio.

Matthias Pfeifer succederà a Stiegeler come responsabile Clientela aziendale e privata. Il 38enne passerà da UBS alla Banca WIR. Durante i quasi 19 anni presso la grande banca, Pfeifer ha occupato diverse posizioni – per molti anni nell’attività con la clientela aziendale, e infine presso la Digital Corporate Bank. «È un altro emblema di una nuova generazione che da giugno sarà presente nel nostro direttorio», spiega Stiegeler. «La mia visione di rendere le PMI ancora più proficue è in linea con le promesse di performance della Banca WIR», afferma Pfeifer, che, tra l’altro, ha conseguito un Bachelor in economia aziendale, un MAS in Corporate Finance CFO e un CAS in Digital Leadership. «In un mondo sempre più digitale, occorre trovare un modo per unire l’interazione umana con i canali digitali», aggiunge.

Lo stesso giorno, Mathias Thurneysen sostituirà Stephan Rosch, che andrà in pensione, in qualità di responsabile Finanze. Anche il 33enne ha conseguito un Bachelor in economia aziendale e un MAS in Corporate Finance CFO. Rosch ha lavorato per 28 anni presso la Banca WIR, 26 dei quali in veste di responsabile Finanze. «Anche questo cambiamento ha potuto essere pianificato con largo anticipo», sottolinea Stiegeler, particolarmente fiero di aver potuto trovare una soluzione interna.

Sono altresì stati eletti nel direttorio con decorrenza 1° giugno 2019:
 

  • Claudio Gisler (47), responsabile Marketing e Prodotti
    MAS FH in Banking e Finance
  • Peter Ingold (50), responsabile Risorse umane e Sviluppo aziendale
    MAS Human Resource Management (attualmente studi in Executive MBA)
  • Elie Shavit (55), responsabile Gestione dei rischi e Compliance
    Avvocato (lic. iur.), NDK Compliance Management, MAS in Bank Management, CAS in Risk Management

Peter Ingold ed Elie Shavit sono membri del direttorio ampliato. L’organo operativo principale della banca cooperativa è completato dagli attuali membri del direttorio Patrick Treier (responsabile Gestione crediti) e Andreas Wegenstein (responsabile Service Center). Tutte le personalità scelte per rafforzare il direttorio non solo dimostrano continuità e stabilità, ma sottolineano anche l’attenzione dell’azienda verso i clienti e la digitalizzazione.

Fondata nel 1934, la Banca WIR è tradizionalmente sinonimo di una solida base di capitale e di una politica di distribuzione sostenibile per i suoi finanziatori. Nel 2018 ha registrato un utile di 13,5 milioni di franchi – il totale di bilancio ha sfiorato i 5,3 miliardi di franchi.

Oltre alla moneta complementare WIR, la più grande al mondo, la Banca WIR offre da quasi 20 anni anche alla clientela privata prodotti interessanti nei settori risparmio, previdenza e finanziamento, alcuni dei quali alle migliori condizioni in Svizzera. Il lancio della startup di fintech VIAC a novembre 2017 può essere descritto come una straordinaria storia di successo: dopo circa 16 mesi, la prima app dedicata alla previdenza interamente digitale della Svizzera conta già circa 11 000 clienti e un volume d’investimento di 160 milioni di franchi.

 

Domande:

Volker Strohm
Responsabile Corporate Communication | Addetto stampa
medien(at)wir.ch
T 061 277 92 27



Files

Iniziare chat